Belve, Noemi non si nasconde: “A Sanremo 2018 ho toccato il fondo”

Tocca a noi

Noemi, cantante ormai affermata nel panorama musicale italiano, è diventata tale anche del palcoscenico di Sanremo, che ha calcato già sette volte. Raccontandosi a Belve, Noemi ha raccontato due esperienze davvero infelici della sua vita legate proprio all’amatissimo Festival della canzone italiana e che pare l’abbiano segnata molto profondamente. La puntata di Belve di oggi, 22 novembre,  mostrerà una Veronica, questo il suo vero nome, fragile e portatrice di racconti toccanti.

Noemi Belve anticipazioni: l’esperienza infelice di Sanremo

LEGGI ANCHE > Anche Charles LeClerc è su BeReal: le fan si scatenano alla ricerca del nickname

Noemi si è aperta con Francesca Fagnani raccontando come abbia vissuto due particolari edizioni di Sanremo. Partendo dalla prima, a detta sua, la più traumatica. Quello del 2018 è stato un Festival travagliato per la cantante, che ha dichiarato di aver toccato il fondo proprio durante quell’edizione. Il motivo è stata una presa in giro social. Noemi all’epoca era fisicamente più in carne e fu oggetto di battute e di meme in quanto ritenuta “cicciottella” al confronto con Michelle Hunziker.

Francesca Fagnani, Belve
Francesca Fagnani, Belve – Foto: Maurizio D’Avanzo/MDPhoto / IPA

 

LEGGI ANCHE > Giulia Elettra Gorietti e il suo passato nella ginnastica ritmica: “Una bottiglia d’acqua in 15”

“Oggi si parla molto di body shaming, ma si vede che nel 2018 non era di moda. (…) Mi sono sentita ferita come donna, in quella foto per la prima volta ho visto tutta la mia sofferenza, perché ci sono persone che sono abbondanti ma tu vedi che quella fisicità gli appartiene. Mi sono fatta un pianto e quella è stata la prima volta in cui mi sono detta che dovevo fare qualcosa“. Noemi da quel momento in poi ha deciso di cambiare rotta. Il disagio però si è ripetuto anche durante un’altra edizione sanremese, per motivi diversi, nel 2012.

LEGGI ANCHE > Harry e Meghan, svelata la data di uscita del loro documentario

Noemi derealizzazione e rapporto col padre

“Soffrivo di derealizzazione, per anni ho visto come da un binocolo, mettevo distanza, era un modo che la mia testa aveva per dirmi: guarda che sei un fantasma, non hai la tua vita in mano”. Delle problematiche che l’hanno formata, destabilizzata e fatta crescere. Insieme a queste tematiche, sollecitata dalla conduttrice, Noemi ha parlato anche del rapporto con il padre e della decisione di licenziarlo dalla sua posizione manageriale: “Per la prima volta nella mia vita mi sono sentita sola, il mio grande consigliere era stato lui, per un paio di anni non sono riuscita ad avere un dialogo con il mio papà e la mia famiglia, non c’era modo di capirsi”. Adesso però, a detta di Noemi, la relazione è nettamente migliorata.

Tocca a noiEcco alcune anticipazioni sull’intervista di Noemi a Belve. La cantante, veterana di Sanremo, si è raccontata tra crescita ed infelici esperienze parlando del suo passato, delle edizioni di Sanremo e del rapporto con il papà da tempo suo stesso manager

CLICCA PER ANDARE DIRETTAMENTE ALLA FONTE DELLA NEWS