Dacia Jogger pratica, versatile e risparmiosa

In un momento in cui i i Suv la fanno da padrone nel mercato automobilistico Dacia decide di andare in controtendenza proponendo una inedita station wagon: la Jogger. Spazio e praticità sono gli elementi portanti del nuovo modello che, dopo la presentazione ufficiale a fine 2021 e la commercializzazione iniziata nel 2022, sta riscuotendo un inaspettato successo di mercato soprattutto nella sua versione bi fuel (benzina-Gpl) totalizzando in soli sette mesi oltre 2900 unità vendute.

Leggi anche> Duster 4×4, l’off road è servito

Dacia Jogger pratica, versatile e risparmiosa
Dacia Jogger può essere definita l’erede della Lodgy, una sette posti che si fa apprezzare per una serie di soluzioni intelligenti, per la linea moderna, la solidità costruttiva e per la motorizzazione 100 Cv turbo bi-fuel GPL che in tempi di caro carburanti risulta certamente la più conveniente visto il prezzo attuale del GPL intorno agli 80 centesimi. Ma ciò che si apprezza di più di Jogger è lo spazio e la modularità anche se in configurazione sette posti il volume di carico è decisamente ridotto (212 litri) ma proprio grazie alla sua versatilità, rimuovendo la terza fila di sedili e abbattendo il divanetto della seconda si arriva ad un volume di carico davvero notevole: 2085 litri.

Dacia Jogger pratica, versatile e risparmiosa

La plancia invece è praticamente uguale a quella della Sandero, con il display centrale che raggruppa tutte le funzioni audio e navigazione, in più c’è il collegamento wireless per Android auto che aggiunge le principali funzioni di Google.
Il sistema di alimentazione del gas è integrato perfettamente nell’auto, con il serbatorio da 40 litri sotto il vano bagagli. All’avvio parte a benzina ma dopo qualche istante entra automaticamente il Gpl, ma c’è anche un pulsante a lato della plancia che consente di inserire manualmente l’alimentazione a gas.

Leggi anche> Spring, l’elettrica compatta dalla vocazione urbana

Dacia Jogger pratica, versatile e risparmiosa

Come tutti i tre cilindri il turbo TCE di Jogger è un po’ ruvido e per ottenere uno scatto adeguato in fase di sorpasso bisogna spingere oltre la soglia dei 3500 giri. Grazie al cambio a sei rapporti su strada Jogger si guida piacevolmente, e nei trasferimenti autostradali è decisamente vivace. Ottimo il comfort a bordo con le sospensioni che lavorano bene, mentre a velocità sostenute il rumore nell’abitacolo tende ad aumentare senza mai però divenire fastidioso.

Dacia Jogger pratica, versatile e risparmiosa

E veniamo al capitolo consumi e autonomia. Con entrami i serbatoi piani, 50 litri per la benzina e 40 per il GPL, l’autonomia totale è poco meno di 1000 Km, e comunque tutto dipende dallo stile di guida, e in questo caso i consumi sono variabili, tenendo conto anche ache con il Gpl si perdono una decina di cavalli. Si può andare dagli 8,6 ai 9,6 litri per 100 Km, mentre a benzina si varia dai 6,6 ai 7,2 litri sempre per 100 Km.

Dacia Jogger pratica, versatile e risparmiosa

Comoda, spaziosa, piacevole da guidare Dacia Jogger offre tutto quello che serve, aggiungendo in tema di sicurezza la frenata automatica d’emergenza, limitatore di velocità e fari con accensione automatica, il cruise control e sugli allestimenti Comfort ed Extreme anche  i sensori di parcheggio posteriori e la retrocamera di manovra. Due le scelte di motori, il TCE turbo benzina da 110 Cv e la versione Eco G bi fuel da 100 Cv. I prezzi di Jogger partono da 16.800 euro per la versione essential Eco G bi fuel, 18.700 euro per l’allestimento Expression e 19.550 euro per la Extreme.

Francesco Ippolito

L’inedita station wagon di Dacia propone un’abitabilità fino a sette posti, buon comfort a bordo, dotazioni complete e motore turbo bi fuel per risparmiare

CLICCA PER ANDARE DIRETTAMENTE ALLA FONTE DELLA NEWS