Eva Henger critica Marcedesz sulla questione del padre biologico

Eva Henger critica Marcedesz sulla questione fatta esplodere dalla figlia

Eva Henger critica Marcedesz e quindi la guerra di famiglia continua. Qualche settimana fa, Mercedesz ha fatto esplodere i gossip raccontando uno scoop incredibile. Lo scoop che vedrebbe Riccardo Schicchi come il padre non biologico di Mercedesz. (leggi l’articolo in cui ne parliamo, cliccando qui)
Nel salottino di “Live non è la D’Urso”, la bellissima Eva accusa e attacca la figlia: “Non dovevi parlare di Riccardo”.
L’accusa fa riferimento alla questione raccontata da Mercedes, ovvero che suo padre biologico non è Schicchi.

Eva Henger critica la figlia Mercedesz e da alcuni dettagli su questo scoop

Eva Henger racconta che il segreto era conosciuto da parecchie persone, smentendo così un po il racconto di Mercedesz. Riccardo aveva vitato a tutto di parlarne – racconta Eva e porta con se un testimone che racconta la sua versione. Intanto le parole di Eva sono dure contro Mercedesz, la quale non doveva parlare della questione. Il consiglio di Eva sarebbe stato quello di tacere e se un giorno qualcuno le avesse chiesto qualcosa, la risposta sarebbe dovuta essere: “non ne parlo…“.

“Non avrebbe dovuto parlare di Riccardo Schicchi e svelare che non è suo padre. Preferivo che se veniva un giornalista lei rispondeva solo non ne voglio parlare. Riccardo era un uomo meraviglioso che ha dedicato la sua vita ai suoi figli.”

Eva critica Mercedesz e porta un testimone

A Live non è la D’Urso, Eva Henger porta con se l’ex segretaria di Riccardo Schicchi. E’ lei a raccontare la propria versione. Molti sapevano la verità e Schicchi aveva chiesto di tacere a tutti afferma Debora Canado. Inoltre anche Cicciolina conosceva il segreto. Addirittura la stessa Eva racconta che durante la partecipazione all’Isola dei Famosi da parte di Mercedesz, la stessa Cicciolina aveva raccontato la cosa. Fortunatamente nessuno aveva dato peso alle parole di Cicciolina e quindi la vicenda non venne portata avanti.