Kevin Spacey dovrà risarcire i produttori di “House of Cards”: la cifra è esorbitante

kevin spacey messaggio suicidio

È ufficiale: Kevin Spacey dovrà pagare 31 milioni di dollari alla società di produzione che lo ha licenziato dalla popolare serie House of Cards dopo le accuse di molestie sessuali. A stabilirlo è stato un giudice a Los Angeles, che ha respinto il ricorso dell’ex protagonista dello show. La sentenza rappresenta l’ultimo colpo per l’attore e arriva a poche settimane dalla sua comparsa in un tribunale britannico per rispondere alle accuse di molestie ai danni di tre ragazzi, sempre negate dall’imputato.

LEGGI ANCHEBrad Pitt verso il ritiro? I fan tirano un sospiro di sollievo dopo le sue ultime parole

MRC, la società di produzione che ha realizzato la famosa serie sugli intrighi politici di Washington, ha chiesto il risarcimento dopo aver rimosso la star dal ruolo principale. Di conseguenza, la sesta stagione dello show è stata così riconfigurata: da 13 a 8 episodi. Spacey oggi ha 63 anni ed è stato uno degli attori più apprezzati degli ultimi decenni. Le prime accuse però nei suoi confronti risalgono all’ottobre del 2017, quando l’attore Anthony Rapp lo aveva accusato di averlo molestato nel 1986, quando aveva 14 anni.

house of cards
Foto: Ufficio Stampa

 

LEGGI ANCHEBatgirl è stato cancellato: l’attrice Leslie Grace rompe il silenzio

Altre accuse sono arrivate dopo pochi giorni dalla notizia lanciata da Anthony Rapp: otto uomini che lavoravano o avevano lavorato con Spacey in House of Cards avevano raccontato che lui li aveva importunati oppure molestati sessualmente, e a causa del suo comportamento il set era un posto “tossico” per i giovani maschi. Gli avvocati di Spacey sostengono che la decisione di escluderlo dalla sesta stagione dello show sia arrivata prima dell’indagine interna che ha portato i membri dello staff a farsi avanti, costituendo una violazione del contratto.

LEGGI ANCHEAdele ha ottenuto un prestito per la sua mega villa: la cifra è da capogiro

Kevin Spacey molestie sessuali: l’attore si dichiara non colpevole

Il mese scorso a Londra, Spacey si è dichiarato non colpevole per l’accusa di aver aggredito sessualmente tre uomini, quando era direttore del teatro Old Vic. Per il processo bisognerà però attendere il prossimo prossimo. Un’altra causa penale intentata contro di lui è stata archiviata nel 2019. L’attore sarebbe dovuto tornare a recitare quest’anno, ma è stato escluso dal film su Gengis Khan, 1242: Gateway to the West, dopo nuove accuse di molestia sessuale.

kevin spacey messaggio suicidioL’attore è uscito sconfitto dalla battaglia legale con i produttori di “House of Cards”, il famosissimo show di cui è protagonista: ecco i dettagli

CLICCA PER ANDARE DIRETTAMENTE ALLA FONTE DELLA NEWS